World wide Rosary

Sono ventitre le località italiane partecipanti al “Rosary Coast to Coast”, che domenica 7 ottobre, giorno della festa della Madonna del Rosario, unirà quarantasei nazioni del mondo, nelle Americhe, in Europa, in Africa, in Medio Oriente e in Asia. Il rosario verrà recitato in chiese o piazze di Bologna, Cagliari, Trieste, Brescia, Modena, Mantova, La Spezia, Rovigo, Savona, Cervignano del Friuli, Tolentino, etc. Alle 15, i romani si uniranno in preghiera sotto l’obelisco di piazza San Pietro.

L’intenzione di preghiera, che unirà popoli di tutta la terra, è quella di una “battaglia spirituale” in difesa della dignità della persona umana, della vita, del matrimonio, della famiglia e della libertà religiosa.

Scrive il coordinatore polacco, Marcin Dybowski, “solo il Rosario può salvare le nostre famiglie e il futuro nel nostro paese e nelle nostre chiese. Dobbiamo farlo dal basso, noi gente comune, civili, perché i nostri leader hanno stretto un accordo con lo “spirito di questo mondo”. Vogliamo ristabilire l’alleanza con Dio “.

La coordinatrice nazionale dello Zimbabwe, Annalia Mugomba, scrive: “Lo Zimbabwe una volta era pacifico. Ora, sia lo Stato sia la nostra chiesa cattolica sono entrambi sotto un serio attacco da parte del diavolo. Spero che Dio ascolti le nostre preghiere e poiché stiamo pregando insieme con la nostra Cara Madre Maria, ci sentiremo più vicini a Dio e prenderemo una direzione nella vita – specialmente nella nostra Chiesa. Sono così felice che il mio paese abbia risposto a questa chiamata … ”

Dominic Chikhani, conduttore della libanese Tele Lumier, e coordinatore di molteplici nazioni del Medio Oriente – tra cui Iraq, Siria, Egitto e Terra Santa – scrive: “È iniziato con Genesis 3, Apocalisse 12 e la profezia di San Luigi di Montfort sui Santi Mariani degli ultimi tempi. Poi, mentre le cose progredivano verso l’obiettivo del 7 ottobre, ho notato che qualsiasi cosa facessi per la Madonna sirivelava un successo. Era come se stesse specificamente benedicendo tutte le opere che servivano al Suo grande scopo. Penso che quando un gruppo rappresenta Dio con tale zelo, allora Dio riverserà tutta la sua forza dentro e intorno a quel gruppo… Credo che qualcosa cambierà per sempre nella Chiesa e nel mondo dopo questo evento… Il Trionfo del Cuore Immacolato di Nostra Signora si svolgerà molto, molto velocemente. ”

Melissa Miranda, coordinatrice per l’India: “Quando dici ”Sì” a Cristo e alla Madonna, loro fanno il resto. Non avevo idea di essere stata chiamata a guidare il Rosario in India. Le cose si sono messe in moto molto prima che prendessi in mano la situazione – cose che non sapevo nè avevo realizzato, ma che in qualche modo si sono messe a posto al momento giusto, e hanno portato a questo… È stata un’esperienza di grande umiltà. Ho visto che, a prescindere da quanto, a volte possa sembrare tetra la strada, quando Maria è con noi, tutto è possibile. Lei fa strada”.

Mentre il mondo si unisce in preghiera, il 7 ottobre, chi risponderà a questo “appello di cuore” metterà in pratica anche l’esortazione, fatta da Papa Francesco sabato 29 settembre 2018, a “pregare il Santo Rosario ogni giorno, durante l’intero mese mariano di ottobre, e quindi unirsi, in comunione e in penitenza, come popolo di Dio, nel chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo “.

https://rosariosullacosta.wordpress.com

http://rosarycoasttocoast.com

http://holyleagueofnations.com

Annunci